Fiera della Parola

Parole per Spiegare Tutto

Come Coltivare i Ciclamini

Con i loro colori e le loro foglie così particolari (spesso presentano linee argentee) hanno un valore ornamentale degno di nota.

Scegliere i ciclamini

I ciclamini non sono tutti uguali: conviene scegliere la varietà con attenzione. Per esempio, i ciclamini nani sono più resistenti ai problemi di temperatura: quelli a stelo alto soffrono più facilmente sia le correnti fredde che i raggi ancora caldi di certo sole autunnale.

Piantare i ciclamini

I ciclamini temono i ristagni idrici, quindi prima di piantarli conviene scavare una buca di 20 centimetri, inserirvi uno strato di materiale drenante e poi riempirla con terriccio per acidofile.
Si possono anche piantare i ciclamini partendo dal tubero, però questa operazione si fa di solito tra luglio e settembre, acquistando dei bei tuberi freschi e umidi, magari con già un bel germoglio in via di formazione.

Coltivare i ciclamini

Per avere una fioritura bella e lunga, i ciclamini vanno posizionati in modo che non siano colpiti dalla luce diretta, e possibilmente non esposti a temperature superiori ai 15°C. Se sono in vaso, l’innaffiatura si fa nel sottovaso, che va poi svuotato dopo un quarto d’ora. La successiva irrigazione non va fatta prima che il terreno sia di nuovo asciutto.

Per avere una buona fioritura conviene anche eliminare subito foglie ingiallite e fiori appassiti, utilizzando forbici affilate e pulite.
Un’altra accortezza è questa: in estate, se le temperature sono alte, conviene proteggere i ciclamini stendendo uno strato di pacciamatura, in modo che il caldo intenso non danneggi le piante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *