Fiera della Parola

Parole per Spiegare Tutto

Come Coltivare i Kiwi

Conoscerete forse questo strano frutto sotto il nome di kiwi o topo di Cina, uno strano soprannome dovuto alla sua peluria bruna e vellutata. Se è nata in Cina, l’actinidia è stata soprattutto coltivata in Nuova Zelanda ma, da qualche anno, si è perfettamente acclimatata nel nostro paese, e la si trova ormai su quasi tutti i mercati.

Coltura
L’actinidia ha bisogno di una compagna (oppure di un compagno) per poter produrre dei frutti. Occorre dunque imperativamente piantare un fusto maschio per uno o più fusti femmina al fine di avere la possibilità di ottenere una potenziale raccolta di kiwi di cui poter usufruire visto l’elevato prezzo di questo frutto sul mercato. Per dettagli è possibile vedere questa guida sulla coltivazione dei kiwi su Coltivazione.net.

Conservazione
Se li coltivate in casa, sarete senza dubbio sorpresi dall’abbondanza del raccolto. Per conservarli, metteteli in una cantina fresca; si conserveranno senza problemi per parecchi mesi. Potete anche sistemarli nel reparto verdure del frigorifero. Per sbucciarli, attendete che siano ben maturi: la pelle si staccherà molto facilmente. Se vi piacciono ancora un po’ verdi e acidi, servitevi di un coltello da cucina per sbucciarli.

Utilizzazione
Mescolateli ad altri frutti, per confezionare insalate dal meraviglioso colore verde vivo. Potete anche utilizzarli per la preparazione di dolci o di sorbetti, persino per piatti salati poiché sono poco zuccherini, e il loro gusto acidulo si presta alla preparazione di numerose ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *