Fiera della Parola

Parole per Spiegare Tutto

Come Preparare Zaino da Campeggio

Il campeggio è sicuramente una delle attività migliori per stare a contatto con la natura, allontanarsi dal mondo moderno e dalle sue comodità e passare un po’ di tempo con i propri amici più cari. Oltre alla tenda è necessario utilizzare un sacco pelo e uno zaino, quest’ultimo per portare con te tutto il necessario per sostare fuori casa. Tuttavia molte persone non sono esperti del settore e quindi in questo caso spesso e volentieri l’organizzazione dello zaino si rivela un grosso problema, perchè non si sa come organizzarlo, dove mettere questo o quello, cosa mettere e cosa non mettere. In questa guida ti darò qualche consiglio per organizzare il tuo zaino ed evitare spiacevoli inconvenienti come quello di trovare al quinto giorno, i calzini sporchi nella gavetta.

Sicuramente la prima cosa da fare è decidere che cosa portare. Ricordati che stai andando in campeggio, che è un’avventura nella natura, perciò iniziamo ad eliminare roba che non ti servirà come ad esempio, scarpe con i tacchi, asciugapelli, playstation e simili, vestiti da gran Galà ecc. Devi portare l’essenziale, quindi una gavetta e le posate, borraccia, un keywey, una torcia, in questo caso può essere utile un lampada frontale, biancheria pulita (non molta perchè potrai lavarla), gli scarponi, un maglione, roba per l’igiene personale (quindi spazzolino e dentifricio non bigodini e simili), qualche attrezzo per montare la tenda, tagliare la legna ecc.

Altro punto dolente è come sistemare la roba all’interno dello zaino. Innanzitutto vediamo dove vanno saccoa pelo, stuoino e borraccia. Parliam odi tre elementi che non vanno nello zaino bens’ sul e sotto lo zaino. Infatti quest’ultimo è dotato (parlo di zaino da campeggio) di diverse briglie che ti permetteranno di attaccare questi elementi sulla parte esterna dello zaino stesso.

All’interno il materiale può essere organizzato in due modi. Innanzitutto però precisiamo che la chiave dell’ordine è l’utilizzo di appositi sacchetti nei quali riporre e dividere la roba. Potrai cosi’ “configurarli”. Organizzare un sacchetto al giorno contenente tutto quello che andrai ad indossare. Esempio: sacchetto del lunedì, un paio di calze, mutande, maglia pantoloni, fazzoletto. Organizzare secondo il tipo di contenuto: Un sacchetto con tutte le mutandine, un sacchetto con tutte le calze, un sacchett ocon tutte le maglie ecc. Naturalmente in tutti i casi i sacchetti andranno etichettati, nel caso uno indicando lunedì, martedì ecc, nel caso due indicando maglie, mutande, ecc.

Risulta essere logico che riserverai un sacchetto a parte contenete il necessario per la pulizia personale, uno per le scarpe/scarponi e uno per la gavetta. Da non dimenticare assolutamente, una serie di sacchetti in cui andare a raccogliere separatamente le cose sporche già utilizzate. Non sarebbe nè bello nè igienico andare a conservare le mutandine sporche con le maglie o i calzini con i fazzoletti.

Infine cerca di disporre in alto, quindi vicino all’apertura quello che utilizzerai per prima, evitando cosi’ di dover subito togliere tutto. Puoi anche organizzare un sacchetto appositamente per questo scopo. Ad esempio cose che utilizzerai sin da subito saranno, la gavetta, una cambiata, una felpa, una coperta e anche la torcia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *